La Messa tradizionale in latino, che ha nutrito innumerevoli anime e arricchito la Chiesa cattolica e il mondo per secoli, deve sicuramente essere preservata. Siamo un crescente movimento internazionale di cattolici e non cattolici dedicati a questa causa. Abbiamo bisogno del vostro aiuto!

Cos'è il Movimento per la conservazione della messa in latino

Fare clic sul pulsante qui sotto per leggere la dichiarazione di appoggio del FIUV a "Preservare la Messa in latino".

Per favore ascoltate questo breve clip (15 minuti) da un'intervista del nostro Presidente e Co-Fondatore, Marc Rome, fatta dal Dr. Tom Curran. Questa intervista parla di chi siamo, del perché abbiamo iniziato il movimento Preserve The Latin Mass, della nostra missione e delle azioni previste.

 Questo episodio è stata precedentemente trasmessa il 18 febbraio 2022 nel programma radiofonico cattolico del Dr. Curran e l'intervista completa è disponibile come podcast sul sito web del Dr. Curran MyCatholicFaith.org. 

La liturgia tradizionale ha nutrito molti santi nel corso dei secoli e continua a edificare un numero crescente di anime in tutta la Chiesa cattolica oggi. I cattolici di tutte le origini apprezzano e fanno tesoro di questa Messa e molti non cattolici sono ispirati dalla sua bellezza e maestà. 

Questa messa è parte integrante del nostro patrimonio collettivo e deve essere conservata.

Noi vediamo l'eventuale proibizione o severa restrizione della Messa tradizionale in latino e dei sacramenti come una perdita, non solo per i molti cattolici che regolarmente innalzano i loro cuori a Dio in questa forma di culto, ma per tutti i cattolici, e per l'umanità in generale.

Prima di tutto, ti chiediamo di leggere la nostra lettera aperta a Sua Santità Papa Francesco e di prestare il tuo nome alla crescente lista dei suoi firmatari.

Caro Papa Francesco,

Noi, i sottoscritti, ci appelliamo ardentemente a Vostra Santità per la conservazione della Messa Latina Tradizionale (usus antiquior) e i sacramenti che lo accompagnano.

La Messa tradizionale in latino ha aiutato molti a trovare la loro casa nella Chiesa cattolica. Ha dato a molti uno scopo rinnovato nella vita e ha illuminato molte anime con la luce dell'amore di Dio. Per favore, Santo Padre, aiuta queste anime a continuare a sentirsi a casa nella Chiesa Cattolica.

L'antica liturgia è mozzafiato nella sua bellezza e serve a sollevare i cuori di innumerevoli anime a Dio. Attira cattolici diversi e spesso emarginati, compresi molti giovani e famiglie. La partecipazione orante alla Messa tradizionale in latino ha condotto molti in una relazione profonda e sincera con Gesù Cristo e la Sua Chiesa.

Ci appelliamo a te a nome delle innumerevoli anime - sacerdoti, religiosi e fedeli laici di tutte le età e culture - che soffrono molto e si sentono esclusi e abbandonati dai loro pastori quando i Riti Liturgici Tradizionali sono limitati o proibiti. Preghiamo che si possa trovare spazio per la conservazione dei Riti Liturgici Tradizionali nella Chiesa Cattolica, nota per la sua bellissima diversità di liturgie che servono ad unire i Fedeli attraverso le frontiere, le culture e i secoli.

Chiediamo umilmente che i sacerdoti diocesani possano continuare a fornire i Riti Liturgici Tradizionali ai fedeli che li richiedono. Ci appelliamo alla libertà dei vescovi di scegliere come ordinare nuovi sacerdoti e confermare i loro greggi. Vi imploriamo anche di permettere alle comunità "Ecclesia Dei" di continuare a servire il popolo di Dio come hanno fatto negli ultimi trentatré anni, fedeli alle loro costituzioni e ai loro documenti di fondazione. Hanno impegnato la loro vita per questo, confidando nel sostegno della Chiesa e dei suoi Pastori per vivere il carisma approvato e affermato da Papa San Giovanni Paolo II e da Papa Benedetto XVI. Per favore, non permettete che la loro fiducia sia violata, che la loro fedeltà sia rifiutata e che i loro greggi siano abbandonati.

Noi, i sottoscritti, siamo cattolici e non cattolici, uniti dal nostro sostegno alla diversità di espressione liturgica nella Chiesa cattolica.

Poniamo questa petizione sotto il patrocinio della Beata Vergine Maria, Madre della Chiesa e di San Giuseppe, Protettore della Santa Chiesa.

Nel nome di Gesù,

Marketing di

Serie di video sulla fedeltà alla sofferenza: Parte 1

Gabby racconta come la partecipazione alla Messa in latino abbia cambiato profondamente la sua vita. Parla dei danni causati dalle restrizioni del cardinale DiNardo alla Messa in latino nell'arcidiocesi di Galveston-Houston (Texas, USA).

Ringraziamo Gabby per aver avuto il coraggio di agire nella nostra lotta per preservare la Messa latina.

Per saperne di più sulla messa in latino

Aiuta a sostenere questo movimento mondiale in crescita

Noi di Preserve The Latin Mass, Inc. abbiamo appena iniziato. Oltre ai nostri sforzi per educare e influenzare attraverso la lettera aperta, abbiamo intenzione di costruire questo sito per contenere contenuti utili e coinvolgenti sulla Messa Latina.

Abbiamo anche intenzione di usare questo sito per assicurarsi che le nostre voci siano ascoltate dai nostri vescovi. Noi, i laici, possiamo parlare. Ma abbiamo bisogno che i nostri vescovi agiscano. Considera la possibilità di donare e diventare un ambasciatore per aiutarci a portare avanti questo movimento.

A proposito di preservare la messa in latino

  • Siamo sorpresi e rattristati dall'emissione del documento Traditionis Custodes da Papa Francesco e ancor più dalla recente risposta della Congregazione Vaticana per il Culto Divino. È difficile conciliare queste azioni con gli impegni e le promesse fatte dai predecessori di Papa Francesco, San Giovanni Paolo II e Papa Benedetto XVI.
  • Desideriamo continuare in armonia con il Santo Padre, Papa Francesco, mentre spiritualmente beneficiamo della grazia di Papa Benedetto XVI che ha incoraggiato tutti i sacerdoti di rito romano che desiderano celebrare la Messa tradizionale in latino e i sacramenti attraverso il suo motu proprio, Summorum Pontificum.
  • Lungi dall'allontanare i cattolici, la Messa in latino ha aiutato molti a pensare con la mente della Chiesa, riconoscendo il Vaticano II come un vero concilio ecumenico e la Liturgia di Papa Paolo VI come una reale ripresentazione del Sacrificio di Gesù Cristo.
  • L'ampia e generosa accettazione del usus antiquioro riti tradizionali, ha prodotto una guarigione all'interno della Chiesa che permette a molti cattolici di avvicinarsi a Cristo e al cuore della loro Madre, la Chiesa. È stato particolarmente utile per riconciliare coloro che si sono sentiti abbandonati dai loro pastori in passato. 
  • Ci rattrista anche il pensiero della possibile perdita della bellezza della Liturgia tradizionale che risale a più di millecinquecento anni fa e che ha ispirato grandi opere d'arte, letteratura, musica, poesia e architettura per secoli.

contattaci

Per domande generali e richieste dei media, compila il modulo qui sotto e ti contatteremo a breve.

it_ITIT